La mia amica Francesca.

Ci sono persone che inventano malattie, problemi, disgrazie, solo per accentrare su di loro l’attenzione degli altri. 

Ne conosciamo tante, di queste persone, e, a parte quando non le si conoscono bene, crediamo a tutto ciò ci raccontano, poi impariamo ad allontanarle. Perché sono talmente malate, da invidiare chi le pene dell’inferno le passa davvero, e fanno una gara al rilancio della disgrazia, una competizione malata ed assurda affinché mai calino i riflettori su di loro.

E poi ci sono quelli che soffrono. E soffrono per davvero. Con una dignità che ti lascia sbigottito e ti fa maledire il cosmo per tutto quello che manda loro.

La mia amica Francesca Bartone, è una di queste.

Passata per il dolore più grande, la perdita di una figlia, ha voluto dare nuovamente al cosmo una possibilità, cercando una nuova gravidanza. 

E quando la felicità di questa nuova creatura l’ha sfiorata, la mia amica Francesca ha scoperto di avere non uno, ma infiniti tumori ad entrambe i seni. 

Ma lei mica si è mai abbattuta! Ha cominciato a lottare con coraggio, mandandomi video in cui ballava coi figli, o audio esilaranti in cui mi diceva che non appena avesse potuto, si sarebbe regalata una bella quinta, anzi, il regalo lo faceva al suo amato marito Rudy, che tanto stava soffrendo a vedere la propria moglie alle prese con questo incubo.

Quando cominciò a perdere i capelli, mi inviò le foto delle due parrucche che aveva scelto, una più seriosa, l’altra invece da vamp.

Nelle sedute di chemio, mi chiedeva solo di ridere e su “mamme a Cosenza” mi inventavo giochi da spiaggia per accontentarla coinvolgendo le magnifiche macs che di lei sapevano e che pronte, come sempre, accettavano a sfida e lei commentava che aveva le lacrime ed il mal di pancia dalle risate. Era l’unico modo che avevo per farla sentire serena, e lei non ha mai condiviso dolori con tutte, solo ilarità, poi a parte mi raccontava dello strazio di vedere i suoi familiari preoccupati, e del dolore fisico, ma aggiungeva sempre che era nulla a confronto del grande dolore provato con la piccola Giada.

Più volte pareva stesse meglio e mi accingevo ad organizzare qualcosa per festeggiare la fine della chemio, ma accadeva sempre qualcosa che allungasse i tempi.

Finalmente, alla festa della macs a maggio, Francesca stava bene, ed abbiamo deciso che fosse la special guest star della giornata, e lei, felice, ha deciso di condividere informando soprattutto le mamme sulla prevenzione. Gli abbracci e le lacrime delle macs che aspettavano da mesi quel momento non si sono contate, perché Francesca è diventata per tantissime donne della mia città l’esempio da seguire, un’eroina in carne ed ossa da imitare. 

Ed io, in disparte, ho gioito nel vederla finalmente felice. 

La sera della festa mi ha chiamata dicendomi che non riusciva a ricordare nulla di quello che aveva detto poiché troppo emozionata.

Oggi, però, davvero non so come sarà mai possibile tirarla su.

Perché mercoledì scorso il suo amato Rudy è morto. Improvvisamente. Lasciando Francesca ed i due suoi figli piccoli nello strazio.

Ci penso da giorni ad inventarmi anche stavolta qualcosa per farla sorridere. 

Ma non ci riesco. Perché questa vita è una merda ed ha colpito chi meno doveva colpire.

Perché nel mondo ci vorrebbero miliardi di Rudy ma il cosmo preferisce prendersi lui e lasciare qui i criminali.

Un uomo semplice, buono, un marito attento, un padre eccezionale, un amante degli animali. Anche i suoi Sasha ed Argo sono disperati per il vuoto che ha lasciato. 

Ed allora, dato che è impossibile far sorridere la nostra Francesca, l’unica cosa che posso fare è far piangere il resto del mondo che leggerà questo mio scritto. 

Piangi, mondo, perché hai perso una persona che proprio, da qui, non doveva andare via, perché ne avevamo bisogno.
 Piangi, mondo. Hai perso un uomo perbene. 

9 pensieri su “La mia amica Francesca.

  1. Monica ha detto:

    E se il mondo non ha pianto di sicuro l’ho fatto Io! È da mercoledì che ci penso! Francesca è una guerriera! Una super mamma, una donna che ce ne fossero! Oggi non possiamo farti sorridere ma possiamo dirti che quando vorrai ci troverai pronte ad asciugarti una lacrima e regalarti un sorriso!

    Mi piace

  2. Caterina Iannello ha detto:

    Cm hai ragione. Ho perso da poco una persona importante, il padre che tutti sognano. Da quel giorno sono cambiata tantissimo, apprezzo ogni piccola cosa, ma la paura di non vedere crescere i miei figli, di non poter invecchiare con l uomo che amo mi assale ogni sera. Ho paura della morte ma ancor di più del dolore e del vuoto che potrei lasciare alle persone che mi amano, perché da quel giorno tutto è cambiato è la vita oppure il destino vincerà ogni volta su ognuno di noi. Spero la gente possa apprezzare e godere di tutto ciò che le giornate ci offrono.Purtroppo la morte fa parte della vita . Cara Francesca abbi sempre il coraggio di combattere è la forza di non arrenderti.

    Mi piace

  3. Francesca Pisano ha detto:

    Ho conosciuto Rudy , un uomo buono e paziente , innamorato di Francesca tanto da annullare il suo dolore pur di sostenere in ogni modo possibile la sua donna , un uomo come pochi , c’era sempre accanto a Francesca , ogni volta che li ho incontrati . Hanno bimbi meravigliosi , il più grande mi ha affascinato , conquistato con la sua intelligenza e simpatia , credo che Francesca avrà accanto un bimbo speciale , già maturo per la sua età, che saprà aiutarla e farla sorridere ancora , lei troverà la forza di reagire al dolore e anche questa volta sarà una grande donna , per se e per i suoi bambini e anche per Rudy , che troverà il modo di farle sentire il suo amore.

    Mi piace

  4. Emanuela ha detto:

    Mi dispiace moltissimo non ho parole che possano dare conforto a Francesca ,,la vita è ingiusta non bastava la sua malattia che ha saputo affrontare nei migliori dei modi ,,ma ha dovuto affrontare questo triste e difficile dolore …la perdita di suo marito ,,forza Francesca reagisci per le tue bimbe .un abbraccio forte forte

    Mi piace

  5. Ivana Maria Grazia Teot ha detto:

    ciao amica di Francesca ,io Rudy lo visto nascere ,conosco la sua famiglia ,la sua storia ,ho avuto la fortuna di conoscere anche Francesca ,sono stati ospiti a casa mia ,era per me un fratello ,e quando ho saputo ,non ci volevo credere ho pianto ,e giorni ,e giorni la mia testa era li con il pensiero di francesca dei bambini ,mi si stringe il cuore ,so il dolore che si prova ,io ;lo provato sulla mia pelle con la perdita di un mio fratello a 40 anni ,so quanto male si ha dentro il vuoto ,i tanti perche’ senza risposta ,nessuno potra ‘ mai darti una risposta per quello che e successo ,solo il tempo potra aiutarla ,e spero tanto che si aggrappi alla vita per i suoi due meravigliosi bambini ,se tu la vedi dalle un bacio da parte mia e digli questo e da parte di Ivana di CAORLE .UN FORTE ABBRACCIO .

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.