Un anno di Charlie

Oggi in casa Rossetti si festeggia.

Esattamente un anno fa Charlie entrò nella nostra vita. 

Il chihuahua con la voce sbagliata, col ringhio facile, con le feste incorporate.

Adottare Charlie ci ha insegnato tanto. Di questo volevo parlarvi.

Charlie non è entrato in questa casa come un piccolo batuffolino piscioso.

Era già adulto, con un passato difficile. Molto difficile, alcuni di voi ricorderanno, l’ho raccontato qui sul blog. 

Questa cosa è stata una scuola per noi, che abbiamo  sempre visto crescere i nostri pelosi (a parte il milanese che me lo sono ritrovato già trentenne).

Quando adotti un cucciolo è tutto una coccola ed una sgridata se fa qualcosa che non deve fare. 

Quando dorme e si agita, immagini che il massimo del suo incubo sia che non gli hai lavato bene la ciotola.

Hai la massima fiducia in lui, che ha la massima fiducia in te.

Con un cane adulto no. 

Con Charlie è capitato che ci mordesse a sangue mentre lo stavamo accarezzando. Perché magari gli abbiamo toccato un punto in cui in passato gli hanno fatto molto male.

Non puoi insegnargli facilmente il tuo stile di vita, devi adattarti tu al suo.

Non ti fidi da subito, quindi, perché lui non si fida abbastanza.

E, la parte più straziante, quando si agita nel sonno, non sai quale incubo stia facendo, ma provi un dolore incredibile a pensare che stia rivivendo qualcosa che vorresti non fosse mai successo…

Alle volte guardo Charlie e immagino la bellezza che deve essere stato da cucciolo, un batuffolino bianco, e mi si stringe il cuore che la vita fino ad un certo punto con lui, così piccino, sia stata crudele. 

E quando andiamo in auto, voi non immaginate quanto soffra… Associa l’auto ad un cambio di famiglia.

Però, se sapeste la felicità di fare insieme dei passi verso la serenità. Adottare un cane con un passato è un regalo che viene fatto davvero a poche persone.

Perché scoprire giorno per giorno che ci vuole sempre più bene, è un premio inaspettato.

Poter toccare parti del suo corpo che un anno fa non ci avrebbe fatto sfiorare, e dimostrargli che non succede nulla, anzi, gli fa anche piacere, è troppo bello. 

Poter giocare con lui senza il timore che prenda male qualche movimento, poterci fidare di lui completamente come lui lo fa con noi, è un’emozione che si riaccende di volta in volta.

Vederlo morbosamente legato a Mia, che è attaccata a lui più di tutti, e sapere con certezza che con lei sarà sempre paziente e delicato, è motivo di orgoglio, per il lavoro che si sta facendo, su entrambi.

Il chihuahua è un cane particolare. I meme che avevo sempre visto su di loro sono reali ed esilaranti, piccoli cani di Satana dalle gengive sempre scoperte, ma quello che non immaginavo è la loro intelligenza e sensibilità, e soprattutto, il loro essere ridicoli, sempre. 

Siamo una famiglia allegra, ma ammetto che da quando c’è lui ridiamo ancora di più.

Per non parlare del suo bipolarismo coi gatti: quelli estranei li insegue con la bava alla bocca (tornando sfregiato, la maggior parte delle volte che ci sfugge in giardino), mentre i nostri sono i suoi fratelli. Da subito! Dal primo momento in cui è entrato in casa e lo soffiavano come se non ci fosse un domani. 

Chi mi ha letto finora sono certa sia una persona che ama gli animali e ne possiede (altrimenti chissà che noia), o chi desidera averne uno.

Proprio a voi, mi voglio rivolgere.

Non comprate il vostro amico. Se ne volete uno, di qualsiasi razza, cercate nei rifugi, sulle pagine Facebook delle associazioni, nei canili. E preferitene uno adulto o anziano.

Tanto la cucciolinitá passa presto…

Immaginate di poter essere voi a dare una nuova occasione a queste creature, immaginate di poter calmare con una carezza sincera i loro incubi. 

Pensate a quando vi accorgerete magicamente, un giorno, che lui ha capito che sì, siete ufficialmente la sua famiglia…

Pensate a quanto questa cosa farà bene innanzitutto a voi.

E, fidatevi: vi sarà reso.

Buon primo compleanno in casa Rossetti, chaccino di mamma.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.