Elena Carbone

Amo essere una Macs. Che è diverso dall’essere una mamma e basta. Amo essere una mamma perché mio figlio è la mia ragione, il mio orgoglio, la mia gioia più grande, la mia soddisfazione più forte. Ma mio figlio è molte altre cose. Essere la sua mamma, a volte, è stato motivo di ansie, paure, senso di inadeguatezza, sensazione di non essere all’altezza, di non essere in grado, capace. Ed è per questo che amo essere una Macs, oltre che una mamma. Perché Macs, in quei momenti, in quelli più brutti, miha sempre dato conferma che non sono sola. Che sono semplicemente una normalissima mamma che spesso si sente inadeguata e spaventata. E allora, in tutti quei momenti, quelli brutti, basta aprire la home di Macs ed essere finalmente e di nuovo parte di quella normalità, parte di quella che non è nient’altro che vita. I confronti, le discussioni, i pareri e i consigli. E ancora le liti, le scelte, le attitudini di ognuna di noi, cosa sono se non vita? Mi capita di entrare su Macs intorno all’ora di pranzo. Ma tu lo sai che a volte mi sembra di percepire i profumi di tutto quello che ognuna di noi prepara per la propria famiglia e che, per un motivo o per un altro, lo condivide con le altre mamme a Cosenza? È pazzesco! Come passeggiare in un borgo e sentire le voci e il suono delle forchette sui piatti, i bambini che urlano e loro, le mamme a Cosenza, che informano che “è pronto, si mangia”!
Macs è un mondo, un mondo in cui non importa se lo zainetto lo compri dai cinesini o nelle migliori cartolerie, non fa niente se sei caritatevole e generoso o se non lo sei affatto, non fa testo se i tuoi figli mangiano Bio o no; ciò che conta è l’amore che ci metti.
Ho deciso di scrivere questa lettera perché io Macs lo sono diventata tardi. Perché fino ad un certo punto Macs mi è stata descritta come la peggiore delle realtà fatta di invidie e giudizi. Solo aggregandomi a Macs ho conosciuto la verità. Macs non è niente, se non l’unione di tutte quelle donne normali. Che ridono, piangono, soffrono, si sentono ansiose, impaurite, forti, fragili, ma che soprattutto amano. E se c’è una cosa che ho imparato nella vita è che l’amore è su tutto, prima di tutto.
Amo essere una mamma a Cosenza. Così come sono.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.